Lina Fucà

Biografia

Lina Fucà (Torino, 1972).

Dopo aver frequentato il Liceo Artistico, si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Torino diplomandosi in pittura.
Negli stessi anni inizia a compiere performance di pittura dal vivo con il gruppo teatrale Il Barrito degli Angeli. Questa esperienza amplifica l’attitudine di Lina Fucà a far dialogare la propria pratica figurativa con altre forme espressive quali teatro, musica e video. L’evoluzione naturale di questa dinamica relazione la porta ad occuparsi di scenografia e costumi con numerose realtà della scena teatrale e cinematografica indipendente.
L’interazione fra diversi linguaggi è divenuta in questi ultimi anni la caratteristica della sua ricerca, ricerca che parte innanzitutto da una riflessione sulla percezione di sé in rapporto alla percezione “degli altri”.
Ne è testimonianza l’opera Vedo nel velo non vedo presentata alla Fondazione Merz nel luglio 2013 nell’ambito di Meteorite in Giardino: compiere un gesto, tagliare una cipolla, lavarsi i capelli e mostrarlo, lavarsi i capelli e non mostrarlo, sistemare un velo intorno alla testa, indossarlo. Una giovane studentessa di scuola media inferiore: all’inizio è la curiosità di fronte a una ragazza con il velo vicino a ragazze con i capelli lunghi e sciolti. Poi l’attrazione verso dei gesti composti ed eleganti nell’accurata sistemazione di un copricapo che solo copricapo non è, diviene un incontro fra due mondi, due modi di percepire il corpo e di raccontarsi.