[mi:]

[mi:]

[mi:]

Giorgio Persano

Piazza Vittorio Veneto 9

Torino

13 ottobre – 30 novembre, 1995

Alla Galleria Giorgio Persano di Torino, da Giovedì 12 ottobre, personale di Susy GÓMEZ.
Giovane artista originaria di Maiorca, dopo la brillante affermazione alla Fondazione Joan Mirò nel 1993, Susy GÓMEZ è venuta distinguendosi come una fra le più interessanti rivelazioni all’interno del vivace scenario dell’arte spagnola. Nel 1994 attraverso esposizioni personali e collettive, tra cui quella alla Whitechapel Art Gallery di Londra, ha confermato questo successo anche all’estero.
Arriva ora in Italia con una mostra dal titolo emblematico e suggestivo di [mi:], trascrizione fonetica che esprime il contenuto e la forma di una poetica personale. Negli interventi sui grandi supporti fotografici e nelle opere plastiche appositamente allestite negli spazi della galleria si trovano i caratteri di un “me” che è voce interiore e concreta espressione fisica. Caratteri, questi, particolarmente prossimi alle estetiche “del corpo”, modello non rappresentato ma presente, categoria attraverso la quale lei esprime e costruisce la sua soggettività e vitalità. Questa nuova forma del soggettivo è ben evidente nell’imponente “montagna” di gesso, la cui forma si profila attraverso la lunghezza di un’intera stanza, ricalcando le forme del monta Cavall Bernatt di Maiorca.
Scrive il critico spagnolo Federic Montornes: “L’orizzonte di una montagna è al confine del mare come un profilo al viso: entrambi contengono un profondo mistero”.  Emerge chiaramente in quest’opera, nel richiamo autobiografico, la volontà di confessarsi, la necessità di un incontro con un linguaggio personale effettivo nel contesto ambiguo e contraddittorio della realtà.